Sono sempre in ritardo: deve essere un’operazione veloce

(estratto di interviste fatte a persone con poco tempo da dedicare agli invii - caso 3)

Spesso sono in ritardo (ahimè) e quindi quando devo spedire una email il tempo che ho a disposizione è sempre pochissimo.

Ho capito quanto sia importante avvisare i miei clienti o potenziali clienti delle iniziative che la mia azienda organizza o a cui partecipa.

Per fortuna il mio pubblico legge le mie email e se trovo la giusta modalità di incuriosirli non mancheranno di venirmi a trovare o contattarmi.

Purtroppo arrivo sempre “troppo lungo”: mi capita che arrivo ad inviare la email all’ultimo minuto, un po’ per causa mia un po’ per causa del mio staff.

Per questo quando arrivo al momento dell’invio tutto deve essere “rapidissimo” che per me significa: facile ed immediato.

Ma come fai ad essere tanto veloce?

Di solito faccio così:

  • Uso la stessa email dell’ultimo invio
  • Preparo la grafica dell’evento (i testi e le immagini) e la sostituisco a quella precedente
  • Copio ed incollo gli indirizzi dal mio file excel (che esporto dal CRM)
  • Faccio una prova mandando una email di test a me stesso
  • Invio a tutti

Ormai potrei farlo anche a occhi chiusi. So che anche se ho poco tempo ce la faccio sempre.

L’invio delle email all’ultimo momento non è più un problema.

Riusciresti anche con un altro strumento online?

Non credo. Gli altri strumenti ti obbligano a fare troppi passaggi, devi creare una campagna, caricare gli indirizzi mancanti, creare le liste di invio: non fanno al caso mio, visto che ho sempre i secondi contati.